Informativa test rapidi covid 19

Gentili Famiglie,

in considerazione dell’aumento dei casi di contagio registrati nelle ultime settimane , la Regione Veneto ha emesso, in data 02.10.2020, le Linee di indirizzo per la gestione dei contatti di casi confermati di COVID-19 all’interno delle scuole e dei servizi per l’infanzia.

In presenza di un caso confermato di COVID-19 nel contesto scolastico, il “Referente COVID-19 della Scuola” comunica al “Referente Scuola del DdP (= Dipartimento di Prevenzione)” i contatti scolastici del caso da 48 ore prima a 14 giorni dopo l’inizio dei sintomi nel caso confermato (o, se il caso è asintomatico, da 48 ore prima a 14 giorni dopo la data dell’esecuzione del test risultato positivo), comprese eventuali attività di intersezione (es. pre/post scuola) che il SISP (Servizio di Igiene e Sanità Pubblica) provvederà a valutare in funzione del rischio e del rispetto delle misure di prevenzione anti-COVID.

“Il SISP programma il “Test rapido per la ricerca dell’antigene di SARS-CoV-2” a tutti i contatti individuati al tempo zero e, con la collaborazione del Referente COVID-19 della Scuola, indaga la corretta applicazione delle misure anti COVID-19 previste e raccomandate nel caso specifico (es. adeguata aerazione degli ambienti, disposizione dei banchi e distanza interpersonale, organizzazione delle attività, utilizzo della mascherina, distanza tra banchi e cattedra, etc.). A tal fine, in collaborazione con il Referente COVID-19 della Scuola e sotto il coordinamento del Dipartimento di Prevenzione, i tamponi antigenici nei contatti scolastici, sulla base della specifica organizzazione aziendale (= della scuola), potranno essere effettuati direttamente nel contesto della struttura scolastica da parte di un operatore sanitario (Assistente Sanitario, Medico, Infermiere) ….. L’adesione a tale modalità sarà su base volontaria con acquisizione del consenso da parte del genitore (o tutore legale del minore) anche in forma preventiva rispetto al verificarsi del caso confermato (Format in allegato).

Le attività di contact tracing in ambito scolastico vanno integrate con le consuete attività di contact tracing specifiche che interessano le eventuali attività di intersezione tra classi/gruppi diversi, nonché per tutti gli ambiti extra-scolastici o peri-scolastici per l’identificazione di ulteriori contatti stretti. Ferma restando la necessità di identificare quanto più precocemente possibile i casi positivi a SARS-CoV-2 nel  contesto  scolastico, i contatti e i conviventi di un caso sospetto in attesa dell’esecuzione del test diagnostico, o della restituzione dell’esito, non sono sottoposti a disposizione di quarantena. La quarantena per conviventi/genitori sarà disposta, dal Dipartimento di Prevenzione, a partire dalla conferma del caso. Il PLS/MMG collabora con il Dipartimento di Prevenzione per informare i contatti circa le misure igienico sanitarie e comportamentali da adottare.

Allegata a questa comunicazione troverete il modello per rilasciare anticipatamente il consenso preventivo all’effettuazione del test da parte di personale sanitario dell’ULSS.

Format consenso informato

Eventuali richieste di informazioni sulle modalità con cui si svolgeranno eventuali test sono da indirizzare all’indirizzo mail messo a disposizione dalla Regione Veneto:        covid.chiarimenti@regione.veneto.it

Nel raccomandare la massima collaborazione, soprattutto in questa fase di emergenza crescente, si porgono cordiali saluti