Personale Docente e ATA nuovo – Comunicazione Lavoratori Fragili

A tutto il personale in servizio dal 01/09 , non ancora abilitato al Registro Elettronico

 

OGGETTO: invito a produrre documentazione medica per tutela del personale c.d. “fragile”

In ottemperanza all’art.83 del D.L. 16 maggio 2020 n. 34 e sua conversione in Legge 17 luglio 2020, n. 77, che ha introdotto la “sorveglianza sanitaria eccezionale”, assicurata dal datore di lavoro, per i “lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio, in ragione dell’età o della condizione di rischio derivante da immunodepressione, anche da patologia COVID-19, o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di terapie salvavita o comunque da morbilità che possono caratterizzare una maggiore rischiosità”, al fine di individuare tra il personale in indirizzo l’eventuale presenza di lavoratori c.d. “fragili”, e attivare i dispositivi di tutela previsti dalla legge per tale tipologia,

si invitano i lavoratori che rientrino o ritengano di rientrare in una delle seguenti categorie:

 

  • Categoria 1 – definita dall’ Art. 26 comma 2 Decreto Legge 17 marzo 2020, vale a dire persone in “possesso di certificazione attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita”;
  • Categoria 2 – definita dal Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione, pubblicato in data 9 aprile 2020 dal Comitato Tecnico Scientifico istituito presso il Dipartimento della Protezione Civile, e in ultimo dalla C.M. Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria prot. 4915 del 29 aprile 2020, dove viene fatto esplicito riferimento a soggetti con età avanzata e alla “eventuale sussistenza di patologie (a solo titolo esemplificativo, malattie cardiovascolari, respiratorie, metaboliche)”.
  • Si ricorda che “il concetto di fragilità va dunque individuato nelle condizioni dello stato di salute del lavoratore rispetto alle patologie preesistenti (due o più patologie) che potrebbero determinare, in caso di infezione, un esito più grave o infausto, anche rispetto al rischio di esposizione a contagio” (estratto da “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia”, a cura di Ministero dell’Istruzione, Istituto Superiore di Sanità, Ministero della Salute, INAIL, Fondazione Bruno Kessler, Regione Veneto e Regione Emilia-Romagna).

 

a far pervenire entro 03/09/2020 via mail

  1. alla segreteria scolastica richiesta di consulenza medica,
  2. al medico competente, Dott. Andrea Bitozzi (andreabitozzi@gmail.com), tutta la documentazione medica in possesso (anche certificato del medico di medicina generale storico), così da consentire alla stessa di valutare se lo stato di salute dello stesso rappresenti una condizione da tutelare con maggiore attenzione e necessiti dunque di misure di prevenzione aggiuntive rispetto a quelle ordinariamente già messe in atto per tutto il personale della scuola.

I lavoratori interessati faranno pervenire l’idonea certificazione medica in loro possesso specificando la scuola di appartenenza e il profilo professionale.

Il Dott. Bitozzi è disponibile alle visite in sede scolastica il giorno 04/09/2020, in orario che verrà comunicato in seguito.

 

Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Benedetta Moreschini